I PRODOTTI SARANNO CONSEGNATI DOPO LE FESTIVITÀ NATALIZIE

I PRODOTTI SARANNO CONSEGNATI DOPO LE FESTIVITÀ NATALIZIE

• SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA PER TUTTI GLI ORDINI OLTRE I 70€ •

• SPEDIZIONE GRATUITA IN ITALIA PER TUTTI GLI ORDINI OLTRE I 70€ •

Produzione e vendita olio extravergine di oliva pugliese

Cocktail con olio evo: l’idea per preparare drink innovativi

Un cocktail con olio evo? Sì, grazie! La mixologia continua a innovare, con drink preparati usando anche l’olio extravergine: scopriamo quali

L’arte della mixologia, si sa, è in continua evoluzione: i bartender amano sperimentare e, tra le tendenze emergenti, spicca senz’altro l’impiego di ingredienti non convenzionali, come l’olio evo. Ingredienti tipici della cucina che, però, non sono mai stati impiegati per preparare i drink

Un esempio? Il cocktail “The Oliveto”, creato dal bartender londinese Phillip Pip Hanson, o il “Madre Martini”, della bartender Sabina Yausheva: entrambi, infatti, hanno dato nuova linfa alla mixologia, integrando l’olio evo nei cocktail.

Oltre ad essere un protagonista della tavola, utile per preparare risotti, spaghetti o gustose vellutate, quindi, l’olio extravergine si appresta a diventare anche un ottimo comprimario nel mondo dei cocktail. Ma come usarlo? Scopriamo insieme in che modo la sua texture e le sue fragranze possono aiutarci a rivisitare i classici drink e a creare nuove esperienze di sapore. 

Cocktail con olio evo: un equilibrio di gusto e texture

L’uso dell’olio extravergine di oliva nei cocktail è importante sia per il gusto che per la texture del drink che stiamo preparando: è in grado di aggiungere una setosità e un tocco vellutato, andando a sposarsi con la freschezza degli altri ingredienti utilizzati. 

Per farlo, si sceglie di agitarlo insieme agli altri ingredienti di un cocktail, di aggiungerne qualche goccia alla fine o di spruzzarlo. Si va quindi a mescolare l’olio con gli altri ingredienti più “acquosi” del drink. In alcuni casi, poi, si preferisce la tecnica di infusione del fat washing e si va a unire il grasso (e quindi l’olio) con un alcolico, come può essere il gin, aromatizzando il distillato e regalandogli la setosità dell’olio. 

Naturalmente, c’è una regola fondamentale alla base del processo che ci porterà a creare un cocktail all’olio extravergine di oliva: bisogna usare ingredienti, e quindi un olio, di alta qualità! 

La mixologia trae ispirazione della cucina, prendendo in prestito un ingrediente principe della tavola, come l’olio, per arricchire un drink con le sue qualità: per ottenere il miglior risultato possibile, però, è necessario che l’olio in questione abbia le giuste caratteristiche. Un sapore unico, fragranze da poter sentire e il carattere intenso ma delicato che permea questo ingrediente. E quale olio migliore del nostro firmato Frantoio Muraglia

Martini Mediterraneo: un cocktail con gin e oliva

Il Martini Mediterraneo è la prima delle ricette che vogliamo sperimentare: in questo caso andremo a rivisitare il classico Martini tanto caro a 007, “Agitato, non mescolato”, aggiungendo le fragranze dell’olio evo. Procuriamoci quindi del ghiaccio, 200 ml di gin, 10 ml di vermouth, 50 ml di olio evo e tre olive. Del resto, la particolarità del Martini è proprio quella di essere servito nella tipica coppa a V con le olive, no?

Iniziamo versando nello shaker riempito col ghiaccio il gin, il vermouth, l’olio e agitiamo con energia: dopodiché versiamo il drink in un bicchiere da Martini e aggiungiamo qualche oliva per guarnire. Ma possiamo decidere anche di aromatizzare direttamente il gin con l’olio usando la tecnica del fat washing. In questo caso versiamo il gin in una brocca, aggiungiamo l’olio evo, mescoliamo e lasciamo riposare nel freezer per qualche ora. 

L’olio congelerà, formando una cialda: rimuoviamola e andiamo a filtrare il gin con un colino e un imbuto. Versiamo ora il gin filtrato in un mixing glass (o in una brocca) e aggiungiamo il vermouth e il ghiaccio: ora mescoliamo e versiamo il tutto in un bicchiere da Martini, guarnendo con le olive oppure con una scorza di limone. Il nostro cocktail con gin oliva e olio evo è pronto per essere gustato in compagnia!

Cocktail con olio: ecco altre idee per prepararli

Il nostro olio extravergine d’oliva Frantoio Muraglia diventa il compagno ideale anche in un altro cocktail: parliamo del “Cetarese”, dall’idea del barman campano Alex Frezza. In questo caso si usano 45 ml di Muma Gin ghiacciato, 15 ml di Vermouth, una goccia di olio extravergine Frantoio Muraglia, una goccia di colatura di alici di Cetara e si mescola il tutto con la tecnica dello Stir & Strain

In pratica, si inizia versando il ghiaccio in un mixing glass e poi gettando via solo l’acqua prodotta dallo scioglimento del ghiaccio. A questo punto si versano nel mixing glass gli ingredienti, si mescolano con uno stirrer (detto anche bar spoon) e poi si filtra il tutto con l’aiuto di uno strainer (uno strumento simile a un colino), versando il cocktail (privo di ghiaccio) in un bicchiere pulito e congelato.

Che ne diresti, poi, di un Bloody Mary rivisitato con l’aggiunta del nostro Olio Aromatico all’Aglio? Per prepararlo basterà mettere in uno shaker ghiaccio, 180 ml di succo di pomodoro, 90 ml di vodka fredda e 30 ml di succo di limone. 

Aggiungiamo un paio di gocce di olio aromatico all’aglio, insieme a due gocce di salsa Worcester e a due di tabasco. Agitiamo e versiamo nel bicchiere, aggiungendo poi qualche granello di sale e l’ingrediente tipico del Bloody Mary, un ciuffo di sedano. Possiamo aggiungere anche due gamberetti cotti in padella per pochi minuti e due sottaceti. Et voilà, il nostro cocktail con vodka e olio evo è servito!

Che cosa aspetti a tuffarti anche tu nel mondo della mixologia, preparando qualche cocktail all’olio di oliva da gustare insieme agli amici? Il nostro olio extravergine Frantoio Muraglia ti aspetta per regalare il suo sapore e le sue fragranze anche ai tuoi drink!

Magazine

ALTRE buone nuove

Sapevi che l’olio evo è utile per l’assorbimento della vitamina D da parte dell’organismo? Scopriamo in che modo L’olio extravergine...
Preparare i popcorn fatti in casa? Con l’olio extravergine è un gioco da ragazzi! Per renderli ancora più speciali puoi...
Un cocktail con olio evo? Sì, grazie! La mixologia continua a innovare, con drink preparati usando anche l’olio extravergine: scopriamo...