Olio di Frantoio Pugliese Antico Frantoio Muraglia

Da oltre 150 anni coltiviamo anche la cultura dell’olio

Amare il proprio mestiere è la cosa più bella del mondo. Per noi di FrantoioMuraglia è anche la cosa più naturale del mondo. Da 5 generazioni, infatti, l’olio pugliese ci scorre nelle vene e arriva fino al cuore, trasformandosi in passione. Una passione per l’eccellenza che ci impegniamo ogni giorno a condividere, diffondendo quella cultura della qualità che da sempre ci guida nella produzione del nostro olio extravergine pugliese. Una qualità unica e distintiva, che nasce da alcuni punti fermi e irrinunciabili che applichiamo a tutte le fasi del ciclo produttivo. Eccoli in breve.

L’autentico olio di frantoio pugliese nasce da frutti non ancora maturi

Per ottenere un olio di frantoio di assoluta qualità è indispensabile raccogliere in anticipo le olive, prima della loro completa maturazione sull’albero. Solo in questo modo il vostro olio extravergine di oliva conserverà intatto il suo bouquet originale, mantenendo anche tutte le sue sfumature e le sue particolarità. Al contrario, un olio prodotto con olive già in avanzata fase di maturazione offrirà una maggiore viscosità, oltre a mostrare una sensibile perdita di aromaticità e di colore.

Oliva Coratina: il vero segreto dell’olio di frantoio pugliese

Ecco da dove nasce la differenza tra un olio extravergine qualsiasi e un puro olio extravergine pugliese. La Coratina , infatti, è una varietà di oliva caratterizzata da una maggiore quantità di polifenoli e una minore acidità rispetto alla media. Questo si traduce in una superiore longevità dell’olio extravergine di oliva, grazie a una maggiore resistenza al naturale processo di ossidazione. Come riconoscere un olio pugliese prodotto totalmente con oliva Coratina? Semplice. Dall’intensità del suo colore verde, da un inebriante profumo di finocchio, di pepe, di carciofo, di aneto e di fieno. Infine, ma non meno importante, dal gusto. Che lascerà in bocca un lieve e piacevole pizzicore e un ricco sentore di aromi vegetali.

Solo dalla raccolta a mano nasce un olio di frantoio di qualità

La raccolta manuale, praticata principalmente per oli di pregio, è indubbiamente il miglior metodo possibile per tante buone ragioni. Perché è garanzia di finezza dell’olio di frantoio, perché ne riduce il livello di acidità, perché protegge i frutti dall’aggressione della mosca dell’olivo, perché evita il ricorso a lavatura e mondatura e anche perché preserva la buona salute dell’albero. Certo, tutto questo comporta un maggiore impegno sia in termini produttivi sia in termini economici. Però noi di FrantoioMuraglia siamo “capatosta”: pensiamo prima all’eccellenza che al prezzo, da sempre e per sempre.

La conservazione: alla base della eccellenza dell’olio di frantoio pugliese

Se per ottenere un olio di frantoio di eccellente qualità occorre una lavorazione lenta e laboriosa, la sua conservazione invece impone tempi strettissimi.Per questo, una volta raccolte, le olive vengono portate immediatamente al nostro frantoio, con tutte le precauzioni possibili. Non solo. Una volta nel frantoio, infatti, le olive vengono poste al riparo dagli agenti atmosferici nell’olivaio coperto. È l’unico modo per proteggerle dall’acqua piovana, evitando così il rischio di accelerarne la fermentazione prima della lavorazione. Infine, arriva il momento dell’immagazzinamento che per ottenere oli pugliesi di qualità eccellenti non può durare più di 10 giorni. Ma noi dell’FrantoioMuraglia non aspettiamo così tanto. Meno di ventiquattrore è il limite massimo per ottenere l’olio extravergine di oliva pugliese migliore possibile.

Olio di frantoio? meglio estratto a freddo

L’estrazione a freddo non è solo la tecnica da sempre utilizzata dal nostro frantoio, è anche la più consigliata dai migliori maestri oleari pugliesi. L’unica possibile per ottenere un olio extravergine pugliese praticamente perfetto. L’estrazione a freddo prevede una gramolatura a temperature inferiori ai 27°, questo per evitare che il mosto dell’olio si cuocia spegnendo tutti i profumi.Certo, anche l’estrazione a freddo comporta dei costi sensibilmente superiori rispetto all’estrazione a temperature superiori. Ma noi dell’FrantoioMuraglia non risparmiamo mai sulla qualità.

Un patrimonio da proteggere, fino alla tavola

Una caratteristica fondamentale del migliore olio extravergine di oliva pugliese è anche quella della conservazione a produzione ultimata. È importantissimo che l’olio di frantoio, infatti, riposi prima dell’imbottigliamento in luoghi freschi e asciutti, lontano dal sole e a una temperatura compresa tra i 15° e i 18°. Questo per lasciare maturare alla perfezione le sue preziose caratteristiche organolettiche, che meritano un’attenzione particolare anche dopo l’imbottigliamento. Noi dell’FrantoioMuraglia lo eseguiamo solo quando necessario e usando soltanto contenitori in vetro scuro, acciaio o ceramica. Affinché la qualità del nostro olio extravergine pugliese arrivi intatta fino a tavola.

La prova sapore: nessun difetto, semplicemente perfetto

Spesso, al primo assaggio, un olio di frantoio pugliese autentico e di grande qualità sorprende per la sua notevole differenza rispetto ai più comuni oli extravergine italiani.Ma quelli che di primo acchito vengono percepiti come difetti, sono in realtà pregi unici e distintivi dell’olio pugliese. Prendete un olio come il nostro, ad esempio, uno tra i più eccellenti oli extravergine di oliva pugliese in commercio.Probabilmente vi sembrerà più fresco e fruttato degli altri, una sensazione dovuta a una spremitura praticamente immediata e a una particolare ricchezza di aromi.Lo troverete anche stranamente piccante , soprattutto se degustato nei primi mesi dopo la spremitura. Il motivo è semplicemente uno: le olive da cui è stato ottenuto erano integre e in perfetta salute.Infine avvertirete un leggero sentore amarognolo. Normale, quando si parla di un olio di frantoio extravergine pugliese praticamente perfetto.