3 strade dell’olio in Italia: scoprire la penisola nel segno dell’extravergine di oliva

Un viaggio non è la semplice scoperta di un luogo: è una vera e propria esperienza sensoriale. Viaggiare significa dimenticare per un certo periodo le proprie abitudini per impararne di nuove e farne tesoro.E come entrare nell’anima di un posto nuovo? Semplice: lo si mangia. Dovete assaggiare i prodotti tipici del posto. Meglio ancora se mangiate camminando, sapendo di dover visitare strade che custodiscono monumenti, bellezze naturali e sapori difficili da dimenticare.Ecco perché abbiamo deciso di consigliarvi tre strade dell’olio in Italia. Percorsi dove la qualità dell’extravergine regna sovrana. Avrete l’occasione di degustare il nettare per eccellenza del Belpaese. Siete pronti per questo lungo e intrigante cammino che si snoda da Nord a Sud? Comincerete dalla Toscana fino ad arrivare nella splendida Puglia, regina dell’olio. Andiamo.

Strade dell’olio e del vino in Toscana: Lucca e Montecarlo

Vogliamo iniziare questo viaggio tra le strade dell’olio in Italia dalla Toscana. Vi suggeriamo l’itinerario di Lucca e Monte Carlo. Lungo questo percorso potrete assaggiare uno degli migliori extravergini, e arricchire l’esperienza sorseggiando vino di qualità.Inoltre, visiterete altre località interessanti e piene di monumenti storici. Stiamo parlando della Pieve di Santo Stefano, Villa Garzoni, il Parco di Pinocchio e la Villa Reale di Marlia.In questi luoghi assaggerete i prodotti tipici: salumi, formaggi, vini e olio extravergine di oliva. Vivrete un’esperienza sensoriale e gustativa unica, provando l’oro verde DOP di Lucca realizzato con l 70% di olive Frantoio, le restanti sono Leccino, Moraiolo e Pendolino. Che cosa rende speciale alimento realizzato in Toscana? Il perfetto equilibrio tra dolce e piccante grazie alla raccolta manuale delle olive e le particolari condizioni microclimatiche del territorio.Per quanto riguarda il vino, non perdetevi il Monte Carlo DOC sia bianco che rosso. Il primo è ottenuto da uve Trebbiano toscano, Semillon, Pinot grigio, Pinot bianco, Sauvignon, Vermentino e Roussane. Mentre il secondo è composto da Sangiovese e Canaiolo.Ma quali abbinamenti olio cibo fare? Selezionate le eccellenze tipiche di queste terre: la minestra garmugia, torte salate con carciofi, patate e cipolla.

Strada dell’olio DOP Sabina nel Lazio: da Fara Sabina a Casaprota

Spostiamoci nel cuore dello Stivale. Vi suggeriamo un’altra tra le strade dell’olio in Italia che non dovete perdere. Si trova nel Lazio, lasciatevi incantare dalle bellezze dell’itinerario dell’olio DOP Sabina. Questo percorso, poco conosciuto ma ricco di sorprese, si snoda a nord della Capitale, dipanandosi tra i colli.L’extravergine che gusterete vanta origini antiche, riconducibili ai Sabini. Da dove si inizia? Da Fara Sabina in cui potrai degustare un olio extravergine di oliva dalle sfumature dorate-verdi e dalle note fruttate.Intanto, insieme ai sapori, aggiungete un pizzico di cultura: ammirate l’architettura medioevale dell’ Abbazia di Farfa e dei borghi di Cstelnuovo, Frasso, Poggio Nativo e Casaprota. Sarà un continuo scoprire alla ricerca del migliore olio extravergine di oliva tra vicoli, chiese, conventi e dimore principesche.Una chicca: nel territorio c’è l’ulivo più antico d’Europa, noto come il Gran Vecchio. Avete capito bene. L’albero ha circa 2.000 anni e un tronco di 7 metri di diametro. Per vederlo dovrete accedere a un terreno privato ma i proprietari permettono le visite.

La Strada dell’olio extravergine di Castel del Monte in Puglia

Dopo avervi accompagnato al nord e al centro della penisola andiamo in Puglia, la capitale dell’oro verde. Scopriamo una delle strade dell’olio in Italia più amate: la via dell’extravergine di Castel Monte in Puglia.Questo percorso è lungo 150 chilometri e si snoda sotto il vessillo dell’olio di oliva DOP tra gli tra gli ulivi secolari delle terre a Nord di Bari e l’altopiano selvaggio della Murgia. La via attraversa diverse località tra boschi, masserie e borghi. Sono numerose, infatti, le aziende agricole con produzione olearia che costellano l’itinerario.Si inizia da Andria, città dell’olio per eccellenza e sede del nostro frantoio. Potete concedetevi una sosta e assaggiare gli extravergini prodotti da noi con amore e senza compromessi. Seguiamo in prima persona le fasi per ottenere questo nettare così prelibato, dalla raccolta delle olive fino spremitura a freddo nell’antica macina di pietra. Degustate il Fruttato Medio, Intenso e Denocciolato realizzati con le varietà di Peranzana e Coratina. Poi, il viaggio prosegue attraversando Barletta, Bisceglie, Canosa di Puglia, Corato, Minervino Murge e Trani.I percorsi hanno come punto di inizio il Castel del Monte, patrimonio dell’Unesco e fortezza prediletta da Federico II di Svevia. Fu voluta dal sovrano nel 1240. Tutte le città sono ricche di fascino, storia e buon cibo. Ma Andria merita una visita approfondita.Il nostro consiglio? Dopo aver provato i nostri oli di qualità date un’occhiata al Museo del Confetto e, allo stesso tempo, tuffatevi nel Medioevo. Date uno sguardo al Palazzo Ducale che spicca per il suo maestoso portale. In più, a darvi il benvenuto c’è la porta di San Andrea ristrutturata in stile barocco.Il Duomo, invece, è costruito in stile romanico-pugliese e risale all’XI secolo. L’edificio custodisce le tombe di Iolanda di Brienne e Isabella d'Inghilterra, mogli di Federico II. Inoltre, il monumento è il reliquario di San Riccardo e la Sacra Spina. Anche Minervino delle Murge richiede una lunga sosta.Lasciatevi trasportare dalla magia di Scesciola, la parte più antica del paese. Un dedalo di vicoli, scale in pietra e archi vi guiderà al castello normanno svevo. La passeggiata vi permetterà di conoscere i migliori oli extravergini di oliva pugliesi.Sarà una sfilata di sapori che rientrano nella gastronomia della tradizione.Provate il panetto di Minervino, dolce tipico con fichi secchi, uva passa, mandorle, aromi di arancio e vin cotto. In autunno non perdetevi il fungo cardoncello, prodotto nell’Alta Murgia tra Minervino e Spinazzola, alimento noto anche in epoca romana.

Le strade dell’olio in Italia: siete pronti per viaggiare e scoprire nuovi sapori?

In quest’articolo ti abbiamo suggerito tre strade dell’olio in Italia davvero straordinarie: l’itinerario di Lucca e Monte Carlo in Toscana, la via Sabina dell’extravergine nel Lazio e, infine, il percorso di Castel Monte in Puglia. Come potete notare, tutte le strade hanno come comune denominatore: l’oro verde più prezioso della penisola, tutto da scoprire e assaggiare. Magari accompagnato da una fragrante bruschetta. Cosa aspettate a partire? Scegliete un nuovo modo di vivere le vostre vacanze, all’insegna della bellezza, bontà e genuinità.