Sono un giovane chef, ho scelto gli aromatici Frantoio Muraglia

“L’essenziale è invisibile agli occhi”. Lessi questa frase ne “Il piccolo principe” durante le vacanze estive. Avevo 12 anni e andavo ancora scuola. Senza rendermene conto quelle parole hanno fatto breccia nel mio cuore e sono diventate uno spirito guida nel mio lavoro. Mi chiamo Alessandro e sono un giovane chef.

Oggi è un giorno importante per me: dopo anni di gavetta (cominciata da ragazzino tra i fornelli di casa quasi per gioco) forse avrò la possibilità di dirigere la cucina di un ristorante molto apprezzato sulla costiera pugliese. Ed eccomi qui nella cucina dei miei sogni con la divisa e la mente ancora in bianco. Ho i nervi a fior di pelle: per ottenere il posto devo preparare due portate, un antipasto e un primo.

L’obiettivo? Incantare le papille gustative del proprietario del locale. Mi aspetta in sala. Si sta godendo il panorama sul mare nascosto dietro ai suoi occhiali da sole. Vi starete chiedendo se ha espresso particolari preferenze: “Hai piena libertà, mettici tutto te stesso. La cucina è una questione di ragione e sentimento ma sappi che la clientela è molto esigente”. Ha detto con un sorriso accennato indicando se stesso poi mi ha invitato a mettermi a lavoro.

Tiro un respiro profondo e arrotolo le maniche della camicia. Preparo qualcosa di semplice o elaborato? E se facessi una via di mezzo? Che dilemma. Comincio a  ispezionare ogni angolo di quella cucina alla ricerca di ispirazione. Alle mie spalle sento l’acqua della pentola, sta per cominciare a bollire. Far aspettare troppo il cliente non è un buon biglietto da visita. Questo è uno dei primi comandamenti per chi si occupa di ristorazione e io sono paralizzato dalla paura.

Il mio sguardo vaga tra quei mobili d'acciaio tirati a lucido. Aspettano di riprendere vita. Invece, non sono nient’altro che lo specchio della mia frustrazione. All’improvviso il mio volto riflesso viene scomposto da sagome familiari che si proiettano su un lato del frigo. Mi avvicino, sì, sono loro. Le bottiglie in vetro lavorato sono inconfondibili: gli oli aromatici di Frantoio Muraglia.

Nel corso delle esperienze maturate in altri ristoranti ho potuto apprezzarne le qualità. Sicuro di usare il miglior olio extravergine per cucinare controllo le confezioni. Ci sono tutti. Limone, Sedano, Peperoncino e Zenzero. Frantoio Muraglia è una delle realtà olearie più riconosciute. Da generazioni la famiglia Muraglia realizza un extravergine pugliese degustato in tutto il mondo e segue con cura tutto il processo produttivo: dalla raccolta delle olive alla spremitura a freddo nella macina di pietra.

Click. La mia mente si illumina. Ho trovato l’ingrediente segreto che avrebbe potuto dare ai miei piatti quel tocco di magia. Forse non è tutto perduto, ho ancora qualche chance grazie agli gli oli aromatici di Frantoio Muraglia. Devo solo controllare che nel frigo ci sia ciò di cui ho bisogno. Apro lo sportello, anche in questo caso la fortuna è dalla mia parte. Ecco l’antipasto perfetto: insalatina di polpo verace con friselle di grano duro, olive verdi e olio aromatizzato al sedano.

Comincio pulire il polpo. Nell’acqua della pentola aggiungo carote, foglie di alloro, pepe e sale. Quando inizia a bollire immergo i tentacoli per farli arricciare. Ripeto l’operazione poi sistemo il mollusco nella pentola e lascio cuocere per 30 minuti. Non mi accorgo che il tempo passa. I miei movimenti sono coordinati e precisi.

Sto già tagliando a pezzetti il polpo. La lama del coltello si muove con ritmo veloce, preciso, incessante come le mie pulsazioni. Mi sento investito da un’ondata di entusiasmo. Do un'occhiata all’orologio, ho quasi completato l’opera. Manca l'ultimo colpo da maestro. Ora devo solo aggiungere l’olio aromatico al sedano per il condimento. Il nettare dorato scivola dolcemente sotto i miei occhi mentre accarezza il polpo e le friselle morbide.

L’uso degli oli aromatizzati in cucina è sottovalutato. In realtà, i nettari di Frantoio Muraglia possono rivelarsi un asso nella manica. Il motivo? Esaltano i profumi e sono digeribili. In più, i benefici dell’olio di sedano sono noti: è un potente antinfiammatorio e depura il corpo dalle tossine. Vedo l’antipasto lasciare la cucina portato via dal cameriere insieme alle mie buone speranze. Percepisco l’aroma rinfrescante dell’olio aromatico diffondersi nell’aria e mi tranquillizzo.

Ora tocca al secondo piatto: baccalà avvolto in spaghetti con salsa di pomodorini, olive nere, capperi e olio aromatizzato al peperoncino calabrese. Mi sento come un pittore intento a scegliere i colori per il suo dipinto. Dispongo gli ingredienti sulla superficie in marmo. L’acqua bolle di nuovo sul fuoco mentre uso l’olio extravergine di oliva per soffriggere uno spicchio di aglio.

Dopo qualche minuto, una cascata di pomodorini a fette colora il fondo della padella di rosso. Un rosso acceso puntellato dalle olive sgusciate e capperi. Nel frattempo pulisco il baccalà, lo taglio a pezzetti e lo unisco al sugo. Assaggio gli spaghetti, sono quasi pronti e li aggiungo alla salsa.

Impiatto, lasciando scorrere un filo di l’olio aromatico al peperoncino calabrese, offrendo un pizzico di vivacità alla portata ma senza snaturare il sapore. Sì, nessun artifizio è contemplato. Il punto di forza degli oli aromatici di Frantoio Muraglia è proprio questo: gli ingredienti dopo essere selezionati con cura, vengono franti con le olive per dare vita a un prodotto in cui non vi è scissione ma perfetta fusione ed esaltazione equilibrata di gusto.

L’aroma stuzzicante dell’olio aromatico al peperoncino solletica le mie narici e mi dà la scarica di adrenalina per il passaggio finale: una spolverata di prezzemolo fresco e anche questa pietanza abbandona la cucina diretta verso la sala. Posso riposarmi un attimo. Osservo da lontano il proprietario del locale assaggiare l'ultimo boccone. Si è tolto gli occhiali da sole ma ha gli occhi chiusi.

Finalmente parla: “Ho assaggiato i tuoi piatti a occhi chiusi perchè volevo assaporare l’intima essenza di queste bontà senza farmi distrarre dalla presentazione del piatto. Sai, in cucina, quello che conta, prima della forma, è il gusto che deve conquistare immediatamente. E tu ci sei riuscito, mi hai conquistato. Nelle tue ricette c’è qualcosa di speciale, il lavoro è tuo”.

Sulla strada verso casa mi ritrovo a pensare che gli oli aromatici di Frantoio Muraglia hanno rappresentato quel tocco di unicità che ha fatto la differenza. Sono stati “Quell’ essenziale invisibile agli occhi” che c’è, si sente, ma non si vede. E che sempre mi accompagna.

Cosa aspettate a rendere originali i vostri piatti? Usate anche voi oli aromatici di Frantoio Muraglia al sedano, peperoncino, zenzero e limone IGP Rocca Imperiale. Possono cambiare il volto delle vostre cene. A me hanno cambiato la vita.