Alla scoperta delle pizze con gli oli aromatici

Ci sono delle tradizioni immortali che vengono dal passato e che ogni volta sono capaci di portarci alla mente ricordi e sentimenti, di farci rivivere quei momenti speciali vissuti con le persone a cui vogliamo bene. In Italia siamo fortunati perché grazie alla nostra cultura gastronomica, apprezzata e invidiata ormai in tutto il mondo, viviamo lo stare a tavola, il mangiare insieme, proprio come una di queste grandi tradizioni. Per noi è un momento speciale che non significa solo mangiare: vuol dire stare coi propri cari, conoscersi, chiacchierare, divertirsi, innamorarsi.Ci sono tanti piatti della nostra cucina che grazie alla loro personalità e unicità sono entrati nelle storie di tutti i giorni: pensate alle lasagne al forno, alla carbonara, agli arancini (o arancine, in base a in quale zona della Sicilia vi troviate), la bagna caoda, i tortellini. Ognuno di questi potrebbe essere il protagonista di un quadro, della scena di un film e chiunque, siamo certi da qualsiasi parte del mondo, sarebbe in grado di riconoscerli. Ma ce n’è uno, che volontariamente non abbiamo citato, che può essere innalzato a vero simbolo dell’italianità in tutti i suoi significati: tradizione, cultura, storia, qualità. Stiamo parlando della Pizza, naturalmente.Originaria della cucina napoletana, è oggi, insieme alla pasta, l'alimento italiano più conosciuto all'estero. Pochissimi ingredienti, almeno di base: acqua, farina, olio, lievito e sale per un alimento che ha origini antichissime e che dal XX secolo è uscito dalla cultura gastronomica del bel paese per entrare di prepotenza nelle cucine di tutto il mondo. Cinque ingredienti di base, vero, ma quante varianti!La pizza si può condire in qualsiasi modo, a partire dalla classica accoppiata pomodoro/mozzarella, conosciuta come “Pizza Margherita”, fino a varianti più ricche e gustose ma altrettanto classiche come con il salame piccante, la salsiccia, la quattro stagioni, prosciutto e funghi e via via discorrendo, sapete benissimo che potremmo andare avanti per ore (e per il bene di tutti, evitiamo di citarvi varianti più “esotiche” che ai nostri ben abituati palati risultano pressoché immangiabili).

Olio extravergine d’oliva sulla pizza? Frantoio Muraglia ci mette lo zampino

Perché tutto questo preambolo, vi chiederete? Perché come avete potuto leggere, tra i cinque elementi base per la produzione della pizza c’è l’olio d’oliva, e noi di Frantoio Muraglia, come ben sapete, di olio extravergine d’oliva ce ne intendiamo eccome. La qualità delle materie prime è il primo aspetto per ottenere una Pizza con la “P” maiuscola, che sappia regalare oltre al gusto un’esperienza sensoriale unica inebriata dalla tradizione, dalla cultura e dai sapori della nostra terra. Per questo vi consigliamo sempre di utilizzare olio extravergine d’oliva di prima qualità Frantoio Muraglia quando vi accingete a preparare il vostro impasto. Nel lavorarlo, sentirete affondare le vostre mani in un’esplosione di odori e sensazioni e, dopo averlo lasciato lievitare per circa tre ore, potrete stenderlo sulla teglia e condirlo con ciò che preferite prima di metterlo in forno.È qui che, tra l’infinità di ingredienti disponibili, entrano in campo i nuovi arrivati in casa Frantoio Muraglia: gli Oli Aromatici, i nostri condimenti a base di olio extravergine di oliva.

Si scrive Oli Aromatici. Si legge Eccellenza e Contaminazione

Limone, Sedano, Peperoncino e Zenzero: quattro declinazioni di gusto animano e contaminano l’olio extravergine di oliva Frantoio Muraglia. Quattro bouquet aromatici in cui tutte le materie prime utilizzate vengono rispettate ed esaltate: Limone IGP Rocca Imperiale da abbinare alle portate di pesce, Sedano prodotto in Puglia e Zenzero da abbinare a crudité, insalate e zuppe di legumi, Peperoncino Pugliese per arricchire la pizza e dare vita ad alchimie di gusto delicate ma caratterizzate.L’unione dei gusti - la loro contaminazione - avviene durante il processo stesso di produzione degli oli: gli ingredienti, infatti, dopo esser stati accuratamente selezionati, vengono franti insieme alle olive per dar vita ad un prodotto in cui non vi è scissione ma perfetta fusione ed esaltazione equilibrata di gusto. È l’aroma che si fa essenza. Ed è un’essenza che sa di eccellenza.Per rendervi meglio l’idea, prendiamo in prestito le parole di Angelo Sabatelli, titolare di una Stella Michelin presso il Ristorante Angelo Sabatelli: “A chi visita il nostro ristorante, la nostra terra, offriamo un assaggio delle migliori produzioni di Muraglia nelle varie tipologie consapevoli che in purezza sia e dia un messaggio vero, diretto. Quello che non ho mai apprezzato e usato nei miei piatti erano gli oli aromatizzati, li ho sempre trovati finti fino a quando ho assaggiato i suoi, prodotti con ingredienti veri, per spremitura. È stato amore a prima vista.”

I nostri oli aromatizzati per le vostre pizze

Vogliamo adesso darvi qualche consiglio, suggerirvi alcune idee che troviamo molto gustose per rendere le vostre pizze davvero speciali, fuori dall’ordinario. Inutile ricordarvi che la bontà del risultato spetta solo a voi, ma siamo abbastanza sicuri che sarete in grado di cavarvela perfettamente tra impasto e cottura.Veniamo a noi. Vi presenteremo alcune soluzioni particolari per le vostre amate pizze a seconda dei nostri oli aromatizzati.Olio aromatico allo zenzero: abbiamo creato questo condimento per abbinarlo a crudité, insalate e dolci, ma anche sulla pizza può essere protagonista. Consigliamo questo olio extravergine d’oliva aromatizzato allo zenzero, quindi, per delle pizze vegetariane a base di verdure oppure aggiungendone un cucchiaino per condire una pizza con rucola e prosciutto crudo: darà un tocco davvero piacevole e inaspettato al vostro piatto.Olio aromatico al limone: per questo fantastico olio indubbiamente una delle pizze più indicate è quella con la rucola, che accompagnata a pomodoro e mozzarella può in modo semplice regalare un esplosione di sapore, e in generale sulle pizze vegetariane. Quest’olio aromatico è ideale anche per le pizze a base di pesce, come quella ai frutti di mare, alla quale il sapore del limone dà una veste speciale.Olio aromatico al sedano: dal gusto decisamente particolare, può rappresentare un tocco di sapore in più nelle pizze a base di formaggi particolari, il cui gusto si può sposare facilmente con quello del sedano.Olio aromatico al peperoncino: quest’olio aromatico rappresenta sicuramente il più facile da usare sulla pizza tra i nostri oli aromatici, in quanto un tocco di piccante riesce a essere sempre apprezzato in ogni ricetta. A seconda dei vostri gusti, ovviamente. Siccome potremmo elencarvi un’infinità di pizze diverse, abbiamo deciso di citarvene due, un grande classico e un’idea un po’ particolare. Il grande classico è la pizza con la mozzarella di bufala, dal sapore unico e delicato: il nostro olio aromatico al peperoncino la esalterà portando ad ogni boccone tutto il gusto del Mediterraneo. La seconda idea è la pizza con carciofi freschi e patate, decisamente più “invernale” rispetto a quella precedente per stagionalità degli ingredienti: aggiungere un filo di olio piccante renderà unico il sapore di questa pizza, contrapponendo la delicatezza dei carciofi e delle patate al miglior peperoncino pugliese.