L’olio extravergine d’oliva nelle ricette dal mondo

L’olio extravergine d’oliva è indubbiamente uno dei prodotti di eccellenza del Made in Italy, un alimento nutritivo, sano e pregiato che ha contribuito ad innalzare la cucina italiana sul podio delle più amate nel mondo. Un vero e proprio tesoro, che il mondo ci invidia e che anche le tradizioni culinarie estere hanno imparato ad apprezzare fortemente, inserendolo nelle loro ricette e nelle dispense di ogni ristorante. L’olio extravergine d’oliva rappresenta l’ingrediente più salutare, rinomato e versatile per condire gli alimenti, ma non solo! Questo prodotto è perfetto anche in fase di cottura: può accompagnare spezie e profumi all’interno del forno o prelibati sughi per primi piatti e intingoli sui fornelli della cucina. L’olio extravergine d’oliva è adatto persino per le fritture di qualsiasi tipo, purché venga rispettata la giusta temperatura e si faccia particolare attenzione a non superare il punto di fumo. Questo vero e proprio punto fermo della cultura gastronomica italiana, riconosciuto anche come patrimonio dell’umanità dall’Unesco, è anche un ottimo conservante naturale e spesso lo si trova in barattoli di verdure grigliate o formaggi freschi, tra i tanti, i quali ne vengono completamente ricoperti.Insomma, è abbastanza chiaro che l’olio extravergine di oliva offra agli amanti della cucina un ventaglio di possibilità di utilizzo pressoché infinite, con le quali dare ampio spazio alla propria fantasia e inventiva. È normale, quindi, che questo condimento sia stato sempre di più assorbito dalle tradizioni culinarie del resto del mondo che, anche grazie al mercato di esportazione (ricordiamo che l’Italia è il secondo paese al mondo per la produzione di olio extravergine d’oliva), sia ormai un ingrediente cardine di molte ricette straniere, europee ma anche più esotiche.Siete curiosi vero? In effetti l’idea di poter gustare i sapori dell’extravergine d’oliva insieme a prodotti strani e a noi lontani è sicuramente stimolante per il palato e, diciamocelo, anche grande motivo di orgoglio. Andiamo quindi a scoprire un po’ di piatti provenienti da varie parti del mondo in cui il nostro buon olio 100% italiano riesce a dare quel tocco di classe in più: buon viaggio!

Hummus di fave

Questa ricetta di origine libanese, ma diffusa ad ampio spettro anche in tutta la cucina mediorientale e mediterranea, rappresenta un’alternativa più fresca e leggera alla classica versione a base di ceci. Questo piatto è davvero molto semplice, richiede pochi ingredienti e si prepara in alcuni semplici e rapidi passaggi. Dopo aver sgranato le fave e fatte bollire per circa 20 minuti, una volta raffreddate basterà sbucciarle e frullarle. Nel frullatore va aggiunta la salsa tahina, un po’ di succo di limone, uno spicchio d’aglio, alcune foglie di menta e infine un filo d’olio extravergine d’oliva, che saprà dare quel tocco di sapore in più a questa salsa.

Tajine di vitello

Questa ricetta tradizionale marocchina prende il nome dal contenitore in cui viene effettuata la cottura, un piatto di terracotta dai bordi alti che viene chiuso da un grande coperchio a forma di cono. Per preparare questo gustoso e nutriente secondo piatto dovrete innanzitutto tagliare due peperoni rossi e una cipolla a listelli, per poi trasferirli nel tajine a stufare per alcuni minuti. Questo processo, ovviamente, non può essere fatto senza la compagnia dell’olio extravergine d’oliva, che aiuterà i due ortaggi a prendere il giusto sapore. A questo punto andate ad aggiungere circa 700 grammi di carne di vitello a bocconcini e dei pomodori che, insieme alle giuste spezie come paprika, curcuma e coriandolo, dopo circa un’ora e mezza di cottura andranno a completare il piatto. Un bell’esempio, insomma, di come elementi appartenenti a cucine tradizionali diverse possano creare un connubio perfetto, gustoso e nutriente.

Pollo alla basca

Per questo piatto ci sposteremo nella nostra Europa, in particolare in quella regione montana che si estende sui monti Pirenei, al confine tra Spagna e Francia. Stiamo parlando dei Paesi Baschi, una regione in cui indubbiamente la tradizione ha un ruolo fondamentale e di protagonismo assoluto: essa si riversa in ogni manifestazione culturale, dall’arte alla cucina. La scelta di materie prime di qualità e di stagione, in questo quadro, rappresenta più che una scelta un vero e proprio dictat: un olio extravergine di oliva 100% italiano, sinonimo di eccellenza assoluta, può essere il giusto condimento. La base di questa ricetta tipica basca è simile al nostro pollo ai peperoni, ma come da migliore tradizione iberica il contrasto tra sapori dolci come quello dei peperoni e decisi del pollo ruspante e dei pomodori creerà un incontro di gusti davvero appetitoso. L’olio extravergine d’oliva servirà a far dorare i bocconcini di pollo che, insieme a pomodoro e peperoni saltati (senza dimenticarci delle giuste spezie), completerà un piatto davvero delizioso.

Muffin ai quattro formaggi

Dopo aver esplorato alcuni angoli di Mediterraneo, con questa ricetta vi porteremo nel cuore della Gran Bretagna, un’isola che dal punto di vista tradizionale ben poco condivide con la nostra Italia ma che, senza dubbio, ha saputo cogliere i fiori all’occhiello della nostra cultura culinaria. Il muffin, un tortino spesso al cioccolato o ai mirtilli, rappresenta un caposaldo del menù britannico: in questo caso ve ne presentiamo una versione salata che porta con sé i anche i sapori della nostra terra. Nella preparazione del composto che andrà a formare i muffin al classico cheddar, il formaggio inglese per eccellenza dal particolare colore arancione, si aggiungono parmigiano, fontina e gorgonzola, tre formaggi simbolo della nostra cultura casearia. Per profumare l’impasto, in questa variante si è scelto un trito di rosmarino e origano fresco che, insieme all’olio extravergine d’oliva nella giusta quantità, darà ai vostri muffin una sfumatura tutta mediterranea.

Chili vegano

Con questo piatto per tutti vi portiamo oltre oceano: da sempre il chili è sinonimo di Messico e non crediamo ci sia bisogno di aggiungere molto altro su questo gustosissimo piatto. Abbiamo scelto di presentarvi questa variante così che anche chi ha scelto di non assumere proteine animali nella propria alimentazione possa gustarne i sapori, e vi assicuriamo che non ha nulla da invidiare alla consueta versione con la carne. Fagioli neri e bianchi faranno da sostituto ideale per questo piatto d’accompagnamento, insieme alla base di salsa di pomodoro, carote, cipolla e ovviamente olio extravergine d’oliva. Nel caso voleste un chili più sostanzioso vi consigliamo di aggiungere dei peperoni tagliati a fettine, ma non dimenticatevi assolutamente le spezie: paprika dolce, curcuma, chili e qualche fettina di peperoncino verde fresco daranno al piatto il giusto e inconfondibile sapore.

Conclusioni

Con queste cinque ricette vi abbiamo fatto scoprire come l’olio extravergine di oliva rappresenti un ingrediente fondamentale per condire qualsiasi tipo di piatto proveniente da ogni angolo del mondo. Le sue caratteristiche nutrienti, il sapore inconfondibile e il pregio di una produzione artigianale di extravergine 100% italiano daranno alle vostre ricette un tocco unico. Il mondo se ne sta accorgendo sempre di più, e così le tradizioni culinarie anche più radicate e antiche.