Il migliore olio extravergine d’oliva per l’insalata caprese

Anche se l’estate sta finendo è ancora tempo di piatti freschi. Piatti che si portano dentro il sapore dell’estate e la pietanza simbolo è l’insalata caprese.Questa gustosa, profumata e colorata ricetta tipica dell’isola di Capri a cui abbiamo dedicato anche una linea dei nostri orci in ceramica, imbandisce le tavole di ogni ristorante, di ogni famiglia che vuole assaggiare un antipasto veloce e saporito.L’insalata caprese solletica anche i palati più sopraffini e perfino racchiusa in un soffice panino diventa, allo stesso tempo, pranzo perfetto durante una giornata al mare e rito irrinunciabile. Insomma, mozzarella, pomodoro e basilico incantano tutti, grandi e piccini, gli amanti della buona cucina e anche gli esperti.Preparare un’insalata caprese degna di questo nome non è facile perché la qualità degli ingredienti è fondamentale e c’è un piccolo grande dettaglio che fa la differenza: il condimento.Sì, in buona parte è l’olio extravergine d’oliva a decretare il successo di questo alimento.Per renderlo indimenticabile non bisogna accontentarsi, e si deve scegliere il miglior olio extravergine d’oliva per l’insalata caprese perfetta.

Qual è l’olio extravergine migliore per l’insalata caprese

Per ottenere il massimo dai piatti è indispensabile conoscere il giusto abbinamento olio-cibo.L’olio extravergine si associa per similitudine di sapori.A cibi delicati vanno accostati oli fruttati leggeri, mentre a cibi gustosi oli fruttati medi o intensi che dominano il sapore del piatto. Invece, extravergini piccanti si accoppiano bene con piatti forti che hanno la stessa attitudine aromatica.Quindi qual è il migliore olio extravergine d’oliva per l’insalata caprese? Il fruttato medio e il denocciolato.Quest’ultimo esalta la delicatezza della mozzarella e la dolcezza dei pomodori. Una scelta errata rischia di coprire i sapori, diventando troppo predominante.Meglio non farsi attrarre dal sul basso prezzo dell’olio di oliva extravergine, ma acquistare un prodotto di qualità direttamente dai produttori.Da aziende che - come nel caso di FrantoioMuraglia - si occupano del ciclo produttivo dalla raccolta delle olive fino al confezionamento. Dai un’occhiata all’e-shop online.Una volta selezionato il miglior olio extravergine d’oliva per l’insalata caprese, che ne dici metterti in cucina e dare vita a questa prelibatezza?

Gli ingredienti semplici per fare insalata caprese

4 pomodori “cuore di bue” Mozzarella di bufala o fior di latte Olio d’oliva extravergine fruttato Basilico Origano Sale quanto basta

Come si fa l’insalata caprese?

Fare l’insalata caprese è facile.Inizia dai pomodori, tagliali e mettili in un piatto.Poi, alternali con le fette di mozzarella. Infine, condiscili con olio d’oliva extravergine fruttato, origano, un pizzico di sale e alcune foglie di basilico.

Il segreto per una caprese doc?

Le fette di mozzarella non devono essere troppo spesse e i pomodori non devono essere né troppo maturi, né troppo dolci ma sugosi.

Storia dell’insalata caprese

I colori dell’insalata caprese: rosso, bianco e verde richiamano la bandiera italiana. Non è un caso che questo piatto della tradizione caprese sia un omaggio al tricolore. Infatti, l’antipasto fu inventato da un muratore patriottico che era solito farcire il suo panino con pomodoro, mozzarella e basilico. In seguito, ad inizio Novecento la caprese comparve per la prima volta nel menu del Grand Hotel Quisisana durante una cena progettata per il movimento futurista.Il poeta Filippo Tommaso Marinetti, fondatore fondatore della corrente storico-culturale sopra citata in quest’occasione rimase entusiasta della ricetta caprese e la rese famosa. Fu colpito dalla sua delicatezza e genuinità. L’intellettuale disse che l’insalata caprese rimandava alla leggerezza dei suoi versi. In questo articolo abbiamo parlato di come scegliere il migliore olio extravergine d’oliva per l’insalata caprese: pomodori succosi accarezzati da mozzarella e basilico e baciati dall’extravergine d’oliva.